Archivi categoria : Sport

Nuoto | La Di Liddo trionfa a Pechino: oro nei 100 delfino

Elena Di Liddo vince ancora e fa il bis personale nei 100 delfino delle Fina Series a Pechino in vasca lunga. Un successo che dimostra lo splendido periodo di forma della giovane pugliese, autrice di 58”09 e già in testa anche in virata (26”96). Ancora un altro traguardo per la giovanissima pugliese che continua a…
Vai all'articolo

Golf | Laporta primo nell’Abu Dhabi HSBC Championship

Buone notizie dagli Emirati Arabi. Francesco Laporta, golfista di Castellana Grotte ha preso il comando nell’Abu Dhabi HSBC Championship con una grande prestazione sottolineata da un 63 per uno score di 134 colpi, risalendo dal 50° posto e rilevando Renato Paratore, in vetta dopo un giro e comunque rimasto in alta classifica, quarto con 136…
Vai all'articolo

Il parlamento si ferma e applaude Giovanni Custodero, il giocatore di futsal indotto in coma farmacologico

La deputata del Movimento 5 Stelle Mara Lapia porta in parlamento la storia del giovane giocatore di calcio a 5 Giovanni Custodero, entrato in sedazione profonda dopo l'osteosarcoma che lo ha colpito, chiedendo maggiore attenzione nella lotta contro il cancro

“Giovanni ha 27 anni, – ha dichiarato la deputata – è un calciatore bravissimo e ha il sorriso generoso degli eroi che guardano la tempesta dall’alto. Tre anni fa il cielo sereno di Giovanni si è fatto di fango quando ha scoperto di avere un sarcoma osseo. Ed è cominciata la sua battaglia contro il cancro. Una battaglia feroce che Giovanni ha voluto condividere con gli altri, per non sentirsi solo ma, forse di più, per fare in modo che neppure gli altri, guerrieri come lui o soldati sopravvissuti, si sentissero da soli. Negli ultimi tempi la malattia è diventata inaccettabile: il dolore e la sofferenza non gli hanno dato scampo e Giovanni ha deciso di sottoporsi a sedazione profonda: “la battaglia finale” è arrivata. Ce lo ha detto lui stesso, con queste parole, dai suoi profili social. Ce lo ha detto con la stessa dignità e bellezza con cui ci ha sempre raccontato la sua storia. Perché solo le persone di rara bellezza riescono a trasformare simili sciagure in lezioni di forza e vita a disposizione di tutti.Ho voluto portare a Giovanni ed a tutti i suoi familiari il mio abbraccio e quello di tutto il Parlamento. Un Parlamento che può e deve fare di più: più fondi alla ricerca, più sostegno ai pazienti, più aiuti alle famiglie. Dobbiamo avere il coraggio di guardarci in faccia, oggi più che mai, e dirci se stiamo davvero dando il massimo. Per Giovanni e per tutti quelli che quotidianamente convivono e combattono contro questo terribile male. Giovanni ora riposa. Mi piace pensare che stia prendendo tempo e distanza da quella sofferenza, per ricaricarsi, prendere fiato e tornare al più presto da tutti noi. Perché lo aspettiamo".