Bari, dubbi sui pagamenti dei contributi e sulla validità della fideiussione

Condividi

Ancora due giorni e si conoscerà il futuro del Bari. Ad oggi però non arrivano conferme e soprattutto buone notizie per quanto concerne il pagamento dei contributi inps e delle ritenute irpef che il club avrebbe dovuto effettuare entro il 30 giugno. La società biancorossa, così come in occasione del pagamento degli stipendi, avvenuto il 26 giugno, non ha fatto sapere nulla in via ufficiale alla stampa e i tifosi. Permangono i dubbi su quella che sarà la situazione da qui a 48 ore, scadenza imprescindibile per salvare il calcio professionistico nel capoluogo. Al vaglio della Covisoc la documentazione presentata per l'iscrizione al prossimo campionato e la validità della fidejussione di 800 mila euro, che pare sia stata rilasciata da una società estera.

Il patron Giancaspro, nel frattempo, nelle prossime ore, avrebbe in programma un incontro a Milano con alcuni imprenditori che sarebbero interessati ad entrare in società. Nell'alone dei dubbi il direttore sportivo Sean Sogliano continua a lavorare per la definizione dell'accordo con il tecnico Mauro Zironelli, che sta trattando la rescissione con il Mestre e all'organizzazione del ritiro che, se tutto procederà senza intoppi, si terrà in Trentino a Baselga del Pinè a partire dalla seconda decade di luglio. Tanti dubbi, poche le risposte, l'unica certezza è che nelle prossime 48 ore il futuro sarà definito, in un senso o nell'altro.

Servizio a cura di Davide Abrescia
Tg Sport Antenna Sud - Ore 14.10 & 20.10

Nessun commento ancora

Lascia un commento