Uccise convivente a Taranto, condannato a 17 anni in appello

TARANTO di Redazione AntennaSud 

 

La sezione distaccata di Taranto della Corte d'assise d'appello di Lecce ha condannato a 17 anni e due mesi di reclusione Cosimo De Biaso, 27enne di Statte  accusato di aver ucciso nel settembre 2013 la compagna 20enne Ilaria Pagliarulo. La donna morì in ospedale una settimana dopo essere stata ferita con colpi di pistola per due volte a distanza di 12 ore. L'imputato, in primo grado era stato condannato a 20 anni di carcere con il riconoscimento della incapacità parziale di mente equivalente.    De Biaso rispondeva anche del tentato omicidio della mamma della convivente, ma il reato è stato derubricato din minaccia aggravata. La procura generale aveva chiesto la conferma della condanna di primo grado. I legali dei De Biaso valuteranno se ricorrere in Cassazione per cercare di far cadere l'aggravante della crudeltà.