Confagricoltura Puglia e Bppb, al via un accordo per l'accesso al credito

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

Andare incontro alle aziende e aiutarle non solo dal punto di vista economico ma soprattutto finanziario. Creare garanzie e collegamenti con le Banche in modo tale che l'accesso al credito sia più facile e non più uno spettro da temere. Questo il senso dell'accordo siglato da Confagricoltura Puglia e Banca popolare di Puglia e Basilicata.

Un aiuto alle imprese agricole che spesso hanno difficoltà ad avere accesso al credito. Siglato un accordo fra Confagricoltura Puglia e la Banca Popolare di Puglia e Basilicata per garantire alle imprese agricole associate un più agevole accesso al credito. L'accordo, firmato dal presidente di Confagricoltura Puglia Donato Rossi e dal vice direttore generale di Bppb Francesco Paolo Acito, prevede che la Banca fornisca agli associati dell'Organizzazione i propri servizi bancari e finanziari, in particolare tutti i prodotti relativi ai finanziamenti e mutui agrari. Confagricoltura, attraverso la società controllata Agricheck srl, fornirà agli associati un servizio di consulenza e assistenza, creando un fascicolo dell'azienda contenente la situazione patrimoniale, economica e finanziaria aziendale e relativo cash flow. E supporterà l'associato nella raccolta e presentazione dei dati e dei documenti richiesti dalla Banca. I prodotti messi a disposizione dalla Bppb riguardano in particolare i finanziamenti agrari: credito di conduzione (della durata di 12 mesi); credito di dotazione - verde prestito (da 2 a 8 anni); credito di dotazione assistito da garanzia diretta Ismea (da 2 a 8 anni); finanziamento agrario biomassa/biogas assistito da garanzia diretta Ismea; finanziamento agrario chirografario fonti rinnovabili-fotovoltaico-eolico. Per i mutui agrari sono previsti anche il mutuo agrario ipotecario biomasse/biogas e il mutuo agrario chirografario verde azienda/casa assistito da garanzia diretta Ismea, il mutuo agrario ipotecario fonti rinnovabili-fotovoltaico-eolico. Le commissioni da corrispondere all'erogazione saranno scontate del 50% rispetto a quanto indicato dai fogli informativi relativi alla forma tecnica concordata.  "L'obiettivo - dice il presidente di Confagricoltura Puglia, Donato Rossi -non è soltanto quello di ottimizzare i fondi del Psr regionale o quelli Ismea, ma soprattutto agevolare gli imprenditori agricoli nel difficile rapporto con le banche".  "L'accordo sottoscritto oggi è frutto di una precisa scelta strategica operata dalla Banca Popolare di Puglia e Basilicata - spiega il vice direttore generale Francesco Paolo Acito – che pone al centro delle proprie politiche commerciali le molteplici filiere agroalimentari".