Droga dall'Albania alla Puglia, sequestrati 7 quintali di marijuana

OSTUNI di Redazione AntennaSud

 

Un carico di 682 chili di marijuana è stato sequestrato dai militari della Guardia di Finanza vicino Ostuni, dopo un lungo inseguimento in mare. La droga, trasportata a bordo di un potente gommone, proveniva dall'Albania. I due scafisti sono riusciti a dileguarsi.

L’operazione è scattata a seguito di una segnalazione della Polizia albanese al Nucleo di frontiera marittima della Guardia di Finanza a Durazzo. Poco prima della mezzanotte di domenica, la Polizia albanese ha intercettato nel fiume Vojussa a nord di Valona, a tre chilometri dalla foce, un potente gommone carico di stupefacenti, diretto a forte velocità e a luci spente verso il mare.

Lungo le coste pugliesi erano già stati schierati i mezzi di pattuglia del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Bari e del Gruppo aeronavale di Taranto. Alle 4,30 di ieri, un elicottero delle Fiamme Gialle ha individuato, a 30 miglia al largo di Brindisi, il gommone sospetto, proveniente dal largo, che puntava a velocità sostenuta verso la costa.

Immediatamente sono intervenuti guardacoste e vedette per intercettare e controllare il natante sospetto: un gommone stracarico di involucri solitamente utilizzati per confezionare marijuana. Gli scafisti hanno aumentato la velocità per sfuggire ai militari, che si sono posti all’inseguimento del mezzo. Vistasi preclusa ogni possibilità di fuga verso il mare, i trafficanti hanno puntato sulla spiaggia toccando a Torre Pozzelle, vicino Ostuni. Si sono dati alla fuga dileguandosi verso l’entroterra e abbandonando il gommone e il carico. 31 colli, contenenti in tutto 682 chili di marijuana, che avrebbero fruttato all’organizzazione criminale oltre 6 milioni di euro, sono stati sequestrati dalle fiamme gialle insieme al potente gommone.