Alta Murgia Ecotrail, Zullo fa il bis

RUVO DI PUGLIA di Redazione AntennaSud

 

Nel Parco dell’Alta Murgia vince lo sport e l’amore per la natura. Oltre 300 atleti hanno partecipato domenica all'Alta Murgia EcoTrail. Vincitore, per il secondo anno consecutivo, Luigi Zullo.

 

Per il secondo anno consecutivo Luigi Zullo si è aggiudicato l'Alta Murgia EcoTrail. In un percorso completamente in natura per 15 chilometri, 300 atleti hanno partecipato domenica alla gara outdoor nel Parco dell'Alta Murgia in regime di totale autosufficienza, nel rispetto del paesaggio. Numerose attività per i più piccoli hanno inoltre colorato una splendida giornata nel parco. Il percorso in salita, con pendenza di 300 metri, parte da Torre dei Guardiani nell'agro di Ruvo, e attraversa Jazzo Cortogigli e Jazzo del Demonio fino a bosco Scoparella.

Zullo, atleta di Santeramo della Bio Ambra New Age, si è classificato primo con un tempo di 53’ e 04’’, seguito da Riccardo Brigante della società Atletica Capo di Leuca con il tempo di 1:01’ e 40’’. Terzo sul podio Vincenzo De Rosa (asd MisterCamp CastelFrentano) con il tempo di 1:02’ e 06’’.

L’EcoTrail, organizzato dall’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia e dall’asd Gravina Festina Lente, ha raggiunto quest’anno il numero massimo di atleti consentito dal regolamento di gara (300), a conferma dell’unicità del percorso.

Per la prima volta in un Trail compare una joëlette (carrozzina da fuori strada a ruota unica che permette la corsa a persone a mobiltà ridotta o in situazione di handicap) grazie a due accompagnatori che hanno trainato un veterano disabile dell’atletica gravinese, l’ultrasettantenne Ninni Gramegna, fondatore dell’associazione Gravina Festina Lente.

Il Trail, inoltre, ha regalato agli accompagnatori degli atleti una giornata di relax e visite guidate alla scoperta di un paesaggio incantevole, con iniziative dedicate a tutta la famiglia: nordic walking, trekking, yoga, laboratori didattici per bambini sull’educazione ambientale, organizzate in collaborazione con l’Ente Parco e gestite da associazioni di diversi comuni del Parco per manifestare la piena sinergia e identità murgiana. Vera protagonista dell'evento è stata la natura: niente bottigliette di plastica o altri rifiuti lungo i percorsi, e un regolamento di gara severissimo per tutelare flora e fauna.

Una parte della quota d'iscrizione alla gara sarà devoluta per la ricostruzione dei comuni di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto colpiti dal terremoto del 24 agosto.