Veliero con 62 migranti fermato al capo d'Otranto

OTRANTO di Redazione AntennaSud

 

La Guardia di Finanza ha bloccato un veliero carico di migranti nel Canale d'Otranto. Soccorsi i 62 siriani a bordo, tra cui due minori. Arrestati i due scafisti georgiani.

Un veliero carico di migranti è stato intercettato domenica sera ad alcune miglia al largo di Capo D’Otranto, da un mezzo navale del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari.

Si tratta di 62 cittadini extracomunitari, di cui 60 adulti e due minori di 10 e 16 anni che viaggiavano non accompagnati, di presunta nazionalità siriana, tutti in buone condizioni di salute anche se visibilmente provati dalla navigazione, durata almeno 5 giorni.

L’operazione è stata condotta durante un’attività di pattugliamento a protezione delle frontiere marittime dell’Unione Europea. I finanzieri hanno avvistato l’imbarcazione a vela, con un piccolo battello a rimorchio, proveniente dal largo, diretto verso la costa. Saltati a bordo, hanno accertato la presenza di numerosissime persone. Gli scafisti sono stati subito isolati.

Dopo aver fornito la prima assistenza ai migranti, che hanno dichiarato di aver pagato circa 5mila euro per il viaggio, le fiamme gialle hanno scortato il veliero agli ormeggi della Sezione Operativa Navale Guardia di Finanza di Otranto dove, in banchina, precedentemente allertati, erano già state predisposte dalla Prefettura di Lecce le operazioni di accoglienza e assistenza sanitaria.

L’imbarcazione era presumibilmente partita dalle coste della Turchia. I due scafisti, di nazionalità georgiana, di 37 e 38 anni, risultati marinai di professione, sono stati tratti in arresto per favoreggiamento all’immigrazione clandestina.