Prelievo multiorgano agli Ospedali Riuniti di Foggia

FOGGIA di Redazione AntennaSud

 

Prelievo multiorgano agli Ospedali Riuniti di Foggia. E' stato effettuato su un 16enne morto per trauma cranico, che ha salvato nove vite.

Nove vite salvate da una sola, quella spezzata di un 16enne, morto per trauma cranico. Il complesso multiprelievo di organi è avvenuto venerdì scorso agli Ospedali Riuniti di Foggia, nell'unità di Anestesia e rianimazione diretta dal professor Michele Dambrosio.

Sono stati prelevati i due polmoni, il cuore, i due lobi del fegato, i due reni e le due cornee. I polmoni e il cuore sono stati prelevati e trapiantati dal team dell’Istituto Ismett di Palermo. Il lobo destro del fegato è stato prelevato e trapiantato dal team dell’Azienda ospedaliera di Padova. Il lobo sinistro del fegato è stato trapiantato agli Ospedali Riuniti di Bergamo. I due reni sono stati prelevati dal team della Struttura Complessa Universitaria di Urologia, diretta dal professor Giuseppe Carrieri e trapiantati uno al Bambin Gesù di Roma e l’altro all’Ospedale di Genova. Le cornee sono state prelevate dal team della struttura complessa universitaria di Oculistica, diretta dal professor Nicola Delle Noci e inviate alla Banca dei Tessuti di Mestre.

Al termine della donazione, il direttore generale degli Ospedali Riuniti, Antonio Pedota, e il direttore sanitario Laura Moffa hanno incontrato i genitori del giovanissimo donatore per esprimere il proprio cordoglio per l’immensa perdita e la gratitudine per un atto d’amore così importante e per la sensibilità dimostrata in un momento di così grande dolore.