Controlli anti inquinamento di Guardia Costiera e Agenzia delle Dogane

BARI di Redazione AntennaSud

 

Protocollo d'intesa tra Guardia Costiera e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, per il monitoraggio e il controllo dell'inquinamento atmosferico da combustibili delle navi.

Controlli serrati e rigorosi, per accertare le infrazioni nell'utilizzo di combustibili per uso marittimo, e la corretta tenuta delle relative annotazioni sui libri di bordo delle navi. Sono previsti dall'accordo siglato oggi a Bari tra Guardia Costiera e Agenzia delle Dogane, nella sede della Direzione marittima della Puglia e Basilicata jonica.

L’accordo di collaborazione consentirà alla Guardia Costiera di contare sulle risorse umane e strumentali di alto livello scientifico e professionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopòli, ricorrendo a nuove procedure operative che consentiranno d'incrementare le attività di verifica in materia di protezione della qualità dell’aria, attraverso l’analisi dei campioni di combustibili che saranno prelevati a bordo delle navi che giungeranno nei porti della Puglia.

Il protocollo d'intesa costituisce uno strumento tecnico operativo indispensabile e di grande utilità per accrescere l’azione di prevenzione dell’inquinamento atmosferico, a tutela della salubrità e qualità dell’aria e della salute delle comunità costiere della Puglia e Basilicata jonica, come ha sottolineato l'ammiraglio ispettore Domenico De Michele.

Le analisi dovranno accertare il contenuto del tenore di zolfo dei combustibili stessi, per verificare che non vengano superati i limiti imposti dalla vigenti normative nazionali e comunitarie, ha sottolineato il direttore interregionale di Puglia, Molise e Basilicata dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopòli, Roberto Chiara.