Impresa mondiale! De Vizzi sott'acqua per 52 ore

NARDO' di Redazione AntennaSud

 

Quasi 52 ore a dieci metri di profondità, con le bombole. Paolo De Vizzi, sub disabile di Manduria, ha stabilito il primato mondiale. E' riemerso nelle acque di Santa Caterina, a Nardò, dopo oltre due giorni sott'acqua.

Paolo De Vizzi ce l’ha fatta. Bevendo acqua di rubinetto per 51 ore e 56 minuti a 10 metri di profondità, è riuscito a stabilire il nuovo record mondiale assoluto di permanenza subacquea con erogatori.

L'atleta originario di Manduria, disabile dall'età di 22 anni in seguito ad un incidente stradale, si è immerso l'8 settembre in uno specchio d'acqua antistante il porticciolo della marina piccola di Nardò, ed è riemerso ieri mattina, dopo oltre due giorni. Ha superato di 33 minuti il record per disabili che era stato stabilito l'anno scorso da un medico iperbarico egiziano a Sharm el Sheik con 51 ore e 23 minuti.

L’Aqp ha garantito a De Vizzi il fabbisogno idrico durante l’immersione, insieme a quello dell’intero staff coinvolto nell’impresa, facendo loro dono di una classica fontanina, ancorata sul fondale del record.

Durante la permanenza in acqua, De Vizzi ha anche giocato a scacchi e ha dovuto lottare contro il freddo assistito da un team specialistico composto da 165 subacquei, tra cui i componenti di un team medico proveniente dall’università di Lugano, che ha avuto il compito di monitorare, minuto per minuto, la performance dell’atleta pugliese.