Disfida di Barletta: il riscatto nazionale, spunto di riflessione per i giovani

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

Tra folklore e storia, il programma delle iniziative  della Disfida di Barletta è stato ideato e organizzato dal Consorzio Teatro Pubblico Pugliese. L'evento tornerà ad entusiasmare barlettani, turisti e pugliesi in generale dal prossimo 13 settembre. 

"Questo riscatto della dignità degli italiani, rispetto al popolo dei francesi che allora aveva messo in discussione il valore degli italiani, chiamandoli codardi, è interessante da far vivere ai ragazzi. Non solo un duello. Un segno della dignità di un popolo" Entusiasta la assessora al turismo e allo sviluppo economico della regione Puglia Loredana capone continua a parlare della "ritrovata" Disfida di Barletta: " E' davvero bella la rievocazione, perché stimola a leggere diversamente la storia, ad entrare nella città a far vivere anche le materie che si studiano a scuola come una bella esperienza che genera emozioni. E' anche un evento che genera turismo in un periodo che va oltre quello canonico che si chiude ad agosto". Soddisfatto il sindaco di Barletta, Pasquale Cascella: "Un appuntamento recuperato. il fatto che fosse venuto meno negli anni passati aveva lasciato una sorta di ferita, lo stiamo recuperando grazie alla collaborazione di istituto pubblici come il Teatro Pubblico Pugliese, ma soprattutto on la collaborazione di tanti cittadini, segno che ci credono, che lo vogliono."

Anche questa edizione sarà caratterizzata dalla rievocazione dell'episodio storico della sfida tra tredici cavalieri italiani (sotto l'egida spagnola) e altrettanti cavalieri francesi che Massimo D'Azeglio nel Risorgimento assunse a simbolo della vocazione unitaria della nazione. Sarà proprio la rappresentazione teatrale dell'offesa, in programma nella serata di venerdì 16 a cura dell'Associazione Bardulos, ad avviare le manifestazioni più emblematiche della Disfida che avranno il culmine sabato 17 con uno spettacolo di Michele Placido. In particolare, nella mattinata di sabato, l'araldo a cavallo per il centro storico annuncerà il bando di sfida. Nel tardo pomeriggio il "Te Deum",dinanzi al rivellino del Castello, con la partecipazione straordinaria di Michele Placido sulle note dei canti gregoriani a cura del Coro Polifonico "Il Gabbiano", darà il via al corteo storico. Con la regia di Francesco Gorgoglione, figuranti in abiti d'epoca, sbandieratori, trombe e tamburi, dei gruppi storici Fieramosca, Bracaleone, Bardulos, Aufidus e Cavalieri del Mito attraverseranno le strade cittadine.Ettore Fieramosca d'eccezione, l'attore Ettore Bassi. Il ruolo di Consalvo da Cordova sarà invece interpretato dall'attore barlettano Andrea Vico, diplomatosi all'Accademia nazionale d'Arte drammatica "Silvio d'Amico".