Foggia: "truffa dei flaconi d'oro" alla Asl, le condanne della Corte dei Conti

FOGGIA di Redazione AntennaSud

 

 

Ricordate la truffa dei flaconi d'oro ai danni della Asl foggiana? 1920 euro il costo di un flacone di 5 litri. La Corte dei Conti ha sentenziato. 

Non solo avevano truffato la Asl Foggia facendo acquistare un migliaio di flaconi di disinfettante a prezzi gonfiati di parecchi 0, ma quei flaconcini non erano neanche necessari. Quel disinfettante, infatti, stando ai controlli avvenuti poi dalla guardia di finanza, era già presente e quindi non ne servivano altri. Per quella "truffa dei flaconi d'oro", come fu definita dagli inquirenti e che è stata scoperta grazie a denunce e segnalazioni a partire dal febbraio del 2012 ora arrivano le condanne. I giudici contabili della Corte dei Conti hanno condannato i dipendenti della Asl foggiana Romolo De Francesco, Nazario Di Stefano, Nicola Marinaro e Giovanni Grilli a pagare in favore dell'azienda poco più di 1,6 milioni di euro: A tanto infatti ammonta la truffa. L'azienda sostenne una spesa di 1,5 mln e mezzo di euro per quei flaconi che neanche servivano. 1920 euro il costo di un flacone di 5 non di oro fuso, ma di semplice disinfettante. La sentenza di primo grado della corte è pesante: Marinaro dovrà risarcire l'Asl Foggia pagando 166mila euro, pari al danno procurato con l'acquisto dei primi 90 flaconi, De Francesco e Di Stefano dovranno pagare 1,1 milioni di euro. Lo stesso De Francesco dovrà pagare altri 240mila euro insieme con Grilli e 37mila insieme a Marinaro. Totale: 1,5 milioni circa. Ai quali si aggiunge anche il risarcimento di altri 62mila euro che spetta a Di Francesco, Di Stefano e Marinaro per il danno causato dall'acquisto di copri scarpe.