Acquedotto del Sinni, porterà acqua nel Salento

SECLI' (LE) di Redazione AntennaSud

 

 

In Puglia è stato inaugurato l'Acquedotto del Sinni, che rifornirà il Sud della Puglia. E' lungo 37,5 chilometri ed è stato inaugurato a Seclì, nel Leccese, dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e dal presidente dell'Acquedotto pugliese, Nicola De Sanctis.

Una buona parte dei lavori era stata già completata a maggio 2015 e nelle ultime settimane sono stati realizzati gli ultimi chilometri. L'Acquedotto del Sinni, dorsale ionico-salentina dell'Acquedotto Pugliese, destinato all'approvvigionamento idrico delle popolazioni nel salento, è stato inaugurato a Seclì, nel Leccese, dal governatore della Puglia, Michele Emiliano, e dal presidente di Aqp, Nicola De Sanctis. Il nuovo acquedotto, con un diametro di 1.400 mm e una lunghezza di 37,5 km, dimensionato per una portata di punta che può raggiungere i 1.400 l/sec, collega il serbatoio di San Paolo di Salice Salentino al serbatoio di Seclì. È dotato di tutti gli organi di regolazione automatici di ultima generazione, con trasferimento di dati in remoto e telecontrollo diretto e a distanza.

"Quando si realizzano grandi opere - ha detto Emiliano - il sacrificio dell'ambiente è quasi inevitabile. Però quando un'opera è richiesta dal basso, condivisa dalla popolazione e chi la realizza ha la massima cura nel costruirla, qui sono stati espiantati oltre 2000 ulivi e trasferiti con grande attenzione, questa ha una grande comprensione dal territorio".