Restyling via Sparano a Bari, aggiudicazione provvisoria

BARI di Redazione AntennaSud

 

Il restyling di via Sparano, a Bari, è vicino. Manca solo l'aggiudicazione definitiva dei lavori, aggiudicati in via provvisoria ad un'impresa barese che ha offerto un risparmio di 700mila euro rispetto all'importo a base d'asta di 3 milioni e mezzo di euro. Tagliati anche i tempi di realizzazione: da 487 a 400 giorni.

La via dello shopping di Bari si prepara a cambiare volto. Ieri sono stati aggiudicati provvisoriamente i lavori di restyling di via Sparano. La ditta aggiudicataria è l’impresa De Marco srl di Bari, per un importo netto offerto che sfiora i 3 milioni di euro. Per la precisione 2 milioni 953.980 euro. L’impresa ha offerto una riduzione di quasi 700mila euro rispetto all'importo a base d'asta di 3,5 milioni indicato nel bando, che prevedeva il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa nel rispetto della nuova normativa sui lavori pubblici.

Anche i tempi di realizzazione sono stati ridotti: da 487 a 400 giorni.

Gli uffici della Stazione Unica Appaltante del Comune di Bari espleteranno ora nel minor tempo possibile tutte le verifiche necessarie per l'aggiudicazione definitiva e la successiva sottoscrizione del contratto.

"I lavori in via Sparano saranno condivisi passo dopo passo con i commercianti e i cittadini, a cui chiederemo sin da subito di partecipare alle scelte dei tempi e delle modalità di esecuzione", promette l’assessore comunale ai lavori pubblici Giuseppe Galasso. "In queste settimane - aggiunge - stiamo valutando le proposte presentate dai cittadini durante l’assemblea pubblica dello scorso luglio, con l’impegno da parte nostra a seguire tutte le fasi di cantiere con la massima attenzione ai tempi e al rispetto delle condizioni concordate con gli stessi cittadini”.

Il restyling di via Sparano prevede l'incremento delle fioriere e dello spessore della pavimentazione nelle aree d'incrocio, torrette a scomparsa per garantire l’alimentazione elettrica durante manifestazioni e spettacoli, un impianto di videosorveglianza e di diffusione sonora, il wi-fi, l'incremento del numero di sedute con spalliera in via Sparano e piazza Umberto.