A Taranto il primo Palio dei Pittaggi

TARANTO di Redazione AntennaSud

 

L'equipaggio "San Pietro" ha vinto il primo Palio dei Pittaggi, gli antichi rioni di Taranto.

Pittaggi - parola di origine greca che indicava le tavolette su cui si scrivevano nomi - erano chiamati i quattro quartieri di Taranto in epoca bizantina. I pittaggeri (sacerdoti o loro sostituti) custodivano i registri delle nascite, delle morti e dei matrimoni e formulavano una sorta di graduatoria per l’assistenza agli infermi.

Rievoca quest'antica denominazione dei quartieri il primo Palio dei Pittaggi che si è tenuto sabati a Taranto. La regata in barca a remi, in devozione alla madonna della Stella Maris, è partita dalla pensilina Liberty, nello specchio d’acqua del Mar piccolo. I quattro equipaggi, ognuno abbinato ad un rione storico del borgo antico, hanno dato vita al Palio in collaborazione con il Comune di Taranto e il comitato per i festeggiamenti della Madonna della Stella Maris.

Mare spettacolare, pubblico delle grandi occasioni, pescherecci e pescatori devoti alla Madonna hanno fatto da cornice a questa singolare manifestazione a remi, che il Palio di Taranto ha messo in cantiere gia da diversi mesi, da quando ad ottobre è stato presentato il calendario degli eventi per il trentennale.

Si sono dati battaglia a colpi di remi gli equipaggi dei rioni Tamburi, Isola Porta Napoli, Tre Carrare e Salinella.

Primo classificato il gozzo biancoceleste “San Pietro” di Antonio La Gioia e Francesco Rusciano.

Nel pittaggio San Pietro, di fronte a Mar Grande, risiedevano la ricca borghesia e la nobiltà tarantina, oltre all’alto clero dell’episcopio; il pittaggio del Baglio, con riferimento alla chiesa di sant’Agostino, era abitato prevalentemente dagli alti ufficiali militari del castello, nobili e alta borghesia; il pittaggio di Turripenna faceva riferimento alla chiesa di san Giuseppe, ed era abitato prevalentemente da pescatori, felpai e cordai, ma anche da ebrei; il pittaggio del Ponte, chiamato così perché legato all’antico ponte di Pietra, faceva riferimento alla chiesa di san Domenico. Gli abitanti erano pescatori e commercianti.