Ilva, Comitato cittadini lancia l'allarme: lo stabilimento non è sicuro

TARANTO di Redazione AntennaSud

 

 

"Afo/2 mostra gravi segni di cedimento. L'impianto Ilva, uno tra i più grandi altiforni d'Europa, presenta numerose crepe così come testimoniano le foto che ci sono giunte in maniera anonima".

E' quanto denunciano gli attivisti del Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti, di cui fanno parte diversi operai del Siderurgico di Taranto, precisando che "sono evidenti le lesioni, i cedimenti di alcune parti e addirittura un rigonfiamento (come si può notare la trave d'acciaio a vista) del pavimento nella zona del refettorio: non siamo tecnici ma ci sembra chiaro che la struttura si stia deformando". Fonti aziendali però tranquillizzano, affermando "che non ci sono problemi di stabilità dell'impianto e di sicurezza per i lavoratori. Il fenomeno - si sottolinea - è già all'attenzione di Ilva, che ha dato incarico a una società specializzata di eseguire le opportune verifiche strutturali e individuare le eventuali contromisure da adottare.