Donna somala partorisce nel porto di Brindisi, la vita riaccende la speranza

BRINDISI di Maria Luisa Troisi

 

 

Tra sofferenza, stanchezza, fame, sete e soprattutto paura del domani ecco che a dare una risposta chiara ci pensa una donna somala, di 22 anni, che dà alla luce il suo piccolo durante le procedure di identificazione e fotosegnalazione sulla banchina nel porto di Brindisi. 

Era arrivata ieri insieme ad oltre 700 persone a bordo di una nave militare inglese. A bordo anche due salme. Ma a ridare speranza a tutti i migranti e a commuovere i numerosi soccorritori ci ha pensato un piccolo di due chili e 800 grammi. Il figlio della speranza. La vita che vale la pena di essere vissuta nonostante il suo travaglio. Grande emozione tra chi ha compreso ciò che stava accadendo alla donna al 9 mese di gravidanza. Senza contare il fatto che ora quella mamma, grazie al suo piccolo, nato dopo in territorio italiano, è a tutti gli effetti un cittadino italiano e per questo la mamma ha titolo per restare nel nostro Paese.