Acquascooter, nuovi corrieri della droga fermati ad Otranto dalle fiamme gialle

OTRANTO (LE) di Redazione AntennaSud

 

 

Fino a poco fa mezzi di svago, ora corrieri della droga. Due potenti acquascooter viaggiavano troppo distanti dalla costa rispetto al normale e hanno insospettito gli uomini del Roan della Guardia di finanza nel Canale d’Otranto.

Le due moto d'acqua sono state intercettate poco a largo di San Foca, nel canale d'Otranto, da una motovedetta delle fiamme gialle che perlustrava quel tratto di mare. Alla vista della motovedetta i due piloti hanno aumentato la velocità dei mezzi facendo scattare così un inseguimento notturno che si è concluso con il fermo in mare del primo mezzo con a bordo un giovane scafista albanese e il recupero del secondo mezzo abbandonato dall’altro scafista in fuga, nei pressi di Punta Cassano, nel comune di Melendugno,  da una pattuglia di finanzieri del Comando Provinciale di Lecce, che nel frattempo era stata attivata via radio dai colleghi in mare. Non è stata trovata sostanza stupefacente che probabilmente è stata gettata in mare durante l'inseguimento notturno. Sequestrati i mezzi. Denunciato il diciannovenne di Valona  per violenza e resistenza a unità militare. Il Prefetto di Lecce ha emesso il decreto di l’espulsione e il questore di Lecce l’ordine di allontanarsi dal territorio italiano entro sette giorni.