Parte male il Bari, 1-2 col Cittadella

BARI di Redazione AntennaSud

 

Parte col piede sbagliato il Bari del nuovo corso Giancaspro-Stellone, che perde al San Nicola la partita d’esordio con il Cittadella. Fischi da parte del popolo biancorosso.

Stecca la prima il Bari all’esordio in campionato, rivoluzionato sia nella guida tecnica che nell’organico. La squadra allenata da mister Stellone subisce la maggiore organizzazione dei veneti che s'impongono con un netto 2-1.

La commozione dei 20mila del San Nicola nel minuto di silenzio dedicato alle vittime del terremoto lascia subito spazio alle emozioni della partita. Passano appena ottanta secondi e il Cittadella sfiora il vantaggio con una colpo di testa di Litteri che costringe all’intervento prodigioso Micai. La parte centrale del tempo è avara di conclusioni facendo registrare la prima parata del portiere granata Alfonso solo al 33′ da girata di testa di Monachello, su cross confezionato dalla premiata ditta Sabelli-Martinho. L’ala destra brasiliana una manciata di minuti più tardi prova ad inventare il gol della settimana con un tiro da posizione defilata che non inquadra lo specchio della porta. Stessa sorte capita ad un fendente di Furlan, scagliato dal limite dell’area di rigore a cinque minuti dal termine della prima frazione, che si chiude sullo 0-0 solo grazie a due interventi di Micai compiuti proprio allo scadere prima su tiro e poi su colpo di testa, sempre di Pascali.

La ripresa si apre con l’avanzata degli ospiti che mettono a segno due gol. La prima rete arriva all’8' con Pascali che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, semina la marcatura di Moras e mette il pallone alle spalle di un incolpevole Micali. Passano 120 secondi e arriva il raddoppio della squadra allenata da Venturato, con Litteri servito con precisione da Arrignini davanti a Micai insacca il 2-0. Stellone prova a rimediare allo svantaggio con una doppia sostituzione: fuori Martinho e Monachello, dentro De Luca e Ivan. Il centrocampista slovacco, prelevato nelle ultime ore dalla Sampdoria, ricambia immediatamente la fiducia accordatagli e al 18′ si procura un calcio di rigore anticipando in area veneta il difensore ospite Valzania. Maniero trasforma il penalty e rimette il Bari in corsa. I nuovi innesti ridanno fiducia, anche se le trame dei galletti non sono irresistibili ma quantomeno arrivano dalle parti dell’estremo ospite. Ivan si dimostra utile anche nella posizione di esterno e De Luca prova a sfruttare al meglio l’intesa collaudata nella scorsa stagione con Maniero. All’85' Romizi, ammonito a metà tempo, guadagna il secondo giallo del suo match e lascia la squadra in dieci contro undici: il Bari alza bandiera bianca e il Cittadella porta a casa i suoi primi tre punti nel torneo cadetto.

Il cammino dei biancorossi inizia in salita alla ricerca di un gioco di squadra e della migliore intesa tra i nuovi arrivi, uscendo dallo stadio tra i fischi copiosi del proprio pubblico.