La Puglia si mobilita per le popolazioni colpite dal sisma

BARI di Redazione AntennaSud

 

Dalla Puglia sono partite cinque unità cinofile di due associazioni di volontariato per la ricerca di persone scomparse. Predisposto l’invio di tre funzionari. Pronta anche la colonna mobile attrezzata con 80 volontari, una cucina da campo, tende, brande, panche e tavoli.

45 500: è il numero per gli sms solidali attivato dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile per chi vuol dare un contributo economico alle popolazioni colpite dal sisma in centro Italia.

Chi invece ha le competenze professionali per dare un sostegno attivo (medici, infermieri, soccorritori), può inviare i propri dati alla Sala Operativa della Protezione Civile Puglia all’indirizzo mail soup.puglia@regione.puglia.it.

Il Comitato Operativo della Protezione Civile Nazionale sta coordinando la prima fase di soccorso, in cui la priorità è salvare vite umane, con i volontari che provengono dalle regioni più vicine a quelle terremoptate, ed ha comunicato che ulteriori contributi si renderanno necessari nella seconda fase, quella di assistenza alla popolazione.

Nel frattempo dalla Puglia sono partite cinque unità cinofile di due associazioni di volontariato di protezione civile per la ricerca di persone scomparse, e si è predisposto l’invio di tre funzionari della Sezione Protezione Civile regionale per dare un supporto ai centri operativi di coordinamento. Pronta anche la colonna mobile attrezzata regionale, con 80 volontari, due strutture di assistenza elettrica, una cucina da campo, 80 tende, 400 brande, un a tensostruttura e 100 kit di panche e tavoli.