Il mistero della statua di cartapesta in fiamme a Lecce

LECCE di Redazione AntennaSud

 

Mistero della statua di cartapesta in fiamme a Lecce. Un giovane artigiano ha visto prendere fuoco davanti ai suoi occhi la statua che stava ultimando. L'opera raffigura la Madonna di Pompei. E’ andata improvvisamente in fiamme proprio davanti alla sua bottega, in piazza Duomo.

Stupore e incredulità per un giovane artigiano di Lecce, Marco Epicochi, che ha visto prendere fuoco davanti ai suoi occhi la statua in cartapesta che stava ultimando. L'opera, raffigurante la Madonna di Pompei, è andata improvvisamente in fiamme proprio davanti alla sua bottega, in piazza Duomo a Lecce, ed è andata distrutta. Per realizzare il piccolo manufatto, che gli è stato commissionato, Epicochi si è ispirato alla foto di una statua lignea della Madonna del Santo Rosario di Pompei in trono con Gesù in braccio e ai piedi San Domenico e Santa Caterina, realizzata nel 1700 nel cuneese, sempre su commissione, e anch'essa incredibilmente andata in fiamme durante la lavorazione. "Quasi sicuramente - commenta l'artigiano - si potrebbe trattare di un fenomeno legato alla fase della fuocheggiatura, anche se non frequente, ma dopo che dal cliente che me l'aveva commissionata, ho saputo che lo stesso era accaduto anche alla statua a cui mi ero ispirato, sono rimasto senza parole".

La fuocheggiatura è il momento più importante nella realizzazione di un manufatto, da cui dipende la qualità dell’opera: di fondamentale importanza è la bravura e la pazienza dell'artista che, con dei piccoli cucchiai arroventati, modella la statua ed elimina quei piccoli difetti che la carta, asciugandosi, ha reso ruvidi e imperfetti.