Litiga coi genitori e spara, follia a San Marzano

SAN MARZANO di Redazione AntennaSud

 

Dopo un litigio furibondo con i genitori ha sparato otto colpi di fucile in direzione di un casolare e si è dato alla fuga. In manette un pluripregiudicato 32enne di San Marzano di San Giuseppe, nel tarantino.

Prima ha litigato furiosamente con i genitori, poi ha sparato e si è dato alla fuga. Un pluripregiudicato 32enne di San Marzano di San Giuseppe, nel tarantino, in preda ad un raptus di follia ha imbracciato un fucile detenuto illegalmente e, dopo essere uscito di casa, ha esploso otto colpi in direzione di un casolare abbandonato vicino all’abitazione dei familiari. Subito dopo è fuggito, facendo perdere le proprie tracce. Allertati da una segnalazione al 112, i carabinieri della locale stazione, in collaborazione con i colleghi di Manduria, hanno trovato nei pressi del casolare 8 cartucce calibro 12 esplose, altre 15 cartucce dello stesso calibro e 8 proiettili calibro 7,65 inesplosi. L'uomo è stato poi rintracciato a Punta Prosciutto, nella marina di Porto Cesareo. Nonostante le ricerche, ancora nessuna traccia del fucile. Il 32enne è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto per per detenzione, porto in luogo pubblico di armi, minaccia aggravata, accensioni ed esplosioni pericolose.