Martina Franca (Ta): il calcio è dilettante, ma le sponsorizzazioni da capogiro

MARTINA FRANCA (TA) di Redazione AntennaSud

 

 

False sponsorizzazioni nel calcio a 5 dilettantistico in  Puglia. Ma l'operazione riguarda in pratica mezza Italia. Nel mirino delle Fiamme gialle una maxifrode fiscale su sponsorizzazioni sportive riconducibile ad alcuni imprenditori titolari di alcuni supermercati di Martina Franca.

I due hanno rivelato di aver gestito negli ultimi anni otto associazioni sportive di calcio a 5 - quattro a Martina Franca e le altre fra Locorotondo, Ostuni, Cisternino e Carovigno - attraverso le quali hanno emesso fatture per false sponsorizzazioni per un imponibile di quasi 3 milioni di euro. 

Sotto sigilli sono finiti beni e disponibilità finanziarie per 1,3 milioni di euro. Cinquanta gli indagati soltanto nel Tarantino. Il pm Enrico Bruschi ha inviato alle Procure delle città italiane coinvolte gli atti di indagine su altri 50 imprenditori operanti fuori zona. Sulla carta il calcetto racimolava sponsorizzazioni enormi, ma in realtà le società trattenevano soltanto l’Iva e il 10 per cento. La restante parte veniva restituita in nero, con la complicità di un bancario, prelevando dai conti delle società con carte prepagate e assegni intestati a ignari prestanome. Decine i titolari di attività all’ingrosso di alimentari, abbigliamento ed edilizia che avrebbero di fatto acquistato fatture gonfiate di dieci volte al solo fine di abbattere Irpef e Iva.