Lotta agli sporcaccioni di Bari, il ristoratore "beccato" chiede scusa

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

"Chiedo scusa ai cittadini baresi e al sindaco Decaro per l'accaduto assumendomi personalmente le responsabilità derivanti dalla condotta indescrivibile del mio collaboratore. 

Assicuro che quanto accaduto non avverrà mai più e da oggi il sindaco Decaro e l'amministrazione comunale avrà un altro alleato in questa battaglia". Sono le scuse pubblicate su Facebook dal gestore di un noto locale del centro di Bari multato qualche giorno fa per abbandono dei rifiuti per strada dopo che il sindaco, Antonio Decaro, frugando tra i bustoni abbandonati, aveva rintracciato gli scontrini che tracciavano la provenienza dei rifiuti. Decaro aveva poi anche pubblicato una recensione negativa del locale su Trip Advisor e Google nell'ambito della campagna avviata dall'amministrazione contro chi "insozza i marciapiedi di una delle strade più belle" della città, "frequentata quotidianamente da centinaia di cittadini e turisti". «Ritengo valida e costruttiva l’azione del sindaco Decaro contro coloro che vogliono sporcare la nostra città - scrive ancora su Facebook il titolare della vineria e braceria multata - non è giusto proporre un volto indecoroso ai baresi e ai turisti che percorrono le strade durante tutto l’anno». Sui portali dedicati ai giudizi degli avventori dei locali, Decaro si era espresso in questi termini: «Non so come si mangi in quel locale ma non mi importa. La civiltà viene prima della qualità del cibo. Finché i gestori di non impareranno a rispettare la loro città e non chiederanno pubblicamente scusa a tutti i baresi, il mio giudizio da cittadino, e non da sindaco, sarà sempre negativo». Per l’amministrazione risponde  «Si può sbagliare, per negligenza, per indifferenza, per opportunità o per tanti motivi. Ma si può anche imparare dai propri errori dando una lezione di stile come imprenditore e come cittadino a tanti." la risposta soddisfatta dell'’assessora al Commercio al Comune di Bari, Carla Palone.