Passaggi a livello poco sicuri, la Prefettura di Bari chiama a rapporto le aziende ferroviarie

BARI di Redazione AntennaSud

 

Le segnalazioni arrivano dai cittadini attraverso i social. E sono centinaia. Con annesse foto  e video che immortalano il malfunzionamento delle sbarre dei passaggi a livello e nei casi  più  pericolosi che rimangono alzate durante il passaggio del treno. Il rischio di incidenti e anche tragici è altissimo.  La Puglia è tra le regioni che vantano il più alto numero di passaggi a livello. Sono circa 600 su tutto il territorio regionale, dei quali oltre 500 appartengono alle Ferrovie Sud-Est. 

Il malfunzionamento delle sbarre mette a repentaglio la vita dei passeggeri, ma anche di chi attraversa i binari. La prudenza durante l'attraversamento deil fascio ferroviario non è mai troppa.  Sull'argomento è intervenuta la Prefettura di Bari che ha chiesto immediate spiegazioni alle aziende ferroviarie che operano sul territorio pugliese. Le segnalazioni sono arrivate anche sul tavolo del primo cittadino di Bari Antonio Decaro il quale ha riportato l'argomento durante l'ultima riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. In una nota inviata dal Prefetto Pagano alle aziende ferroviarie si segnalano quelle tratte in cui più volte è stato segnalato il problema dei passaggi a livello alzati durante il transito dei treni. La Prefettura ha invitato le aziende a disporre i dovuti accertamenti e nel caso a correre tempestivamente ai ripari. I primi a rispondere sono stati Rfi e Ferrovie del Sud Est evidenziando che in caso di malfunzionamento dell sbarre i treni transitano a velocità ridotta, al massimo 4 chilometri l'ora) e il personale aziona ripetutamente il segnale sonoro. Non è certo una soluzione, ma quanto basta a prestare la massima attenzione.