Terlizzi: operato per un calcolo, dimesso, muore dopo quaranta giorni

TERLIZZI (BA) di Redazione AntennaSudù

 

 

Come nel più classico e purtroppo sempre più frequente caso di malasanità, un banale intervento di calcolo ai reni si è trasformato in una infezione che ha portato il paziente alla morte. Accade nell'ospedale di Terlizzi.

Vittima un uomo di 68 anni. Secondo il referto medico del Policlinico il paziente è stato stroncato da un’infezione e da una emorragia, causata dalla lesione dell’arteria epatica durante l’operazione. A segnalare il caso sono stati i medici del Policlinico, dove l'uomo era stato ricoverato dopo essere stato dimesso a seguito dell'intervento, considerato non rischioso, avvenuto a Terlizzi. L'uomo, infatti, dopo essere tornato a casa ha cominciato a stare male. Ricoverato al policlinico è stato sottoposto ad un altro intervento chirurgico. Il 2 agosto però il 68enne barese muore. Ora però la Procura vuole vederci chiaro e apre una inchiesta. Il magistrato di turno Gaetano De Bari, dopo aver ricevuto la segnalazione dell’istituto di Medicina Legale del Policlinico, ha chiesto alla polizia di acquisire le cartelle cliniche della vittima sia al reparto di chirurgia di Terlizzi, sia in quello di Bari. Lunedì sarà eseguita l’autopsia.