Sit in di protesta davanti al centro disabili di Molfetta, 21 lavoratori senza stipendio

MOLFETTA di Redazione AntennaSud 

 

Sit in di protesta dei lavoratori e delle famiglie dei disabili del Centro Polivalente di Molfetta per l’assegnazione provvisoria del nuovo appalto che vede minacciati i posti di lavoro del personale. Presenti anche Luigi De Ceglie e Miriam Ruta Segretaria Generale Fisascat Cisl Bari, che spiegano  E' del 28 giugno scorso l'aggiudicazione in favore del Consorzio Metropolis dell'affidamento "provvisorio" del fondamentale servizio di assistenza ai disabili della Città di Molfetta, servizio reso per tanti anni dalla coop. GEA.

La Bottega dell'Arte, la cooperativa aggiudicataria del servizio, stando alla denuncia del sindacato ha aperto una procedura di mobilità per licenziare tutti i 21 lavoratori alla fine dell'affidamento provvisorio, senza valutare altre soluzioni occupazionali o di ammortizzatori sociali. “A questa drastica soluzione non è estraneo, il Comune di Molfetta, oggi Commissariato.  Nessuna verifica vi è stata per individuare una soluzione finalizzata  alla salvaguardia dei posti di lavoro in previsione della auspicata aggiudicazione definitiva del servizio. Inoltre dal 1° agosto 2016 la chiusura definitiva arrecherà un disagio considerevole anche alle famiglie dei disabili assistiti. La Fisascat Cisl chiede che il Commissario voglia immediatamente rivedere la volontà di chiudere il Centro, e ciò sia nell'interesse degli utenti, che delle 21 famiglie dei lavoratori ivi impiegati, i quali resteranno senza lavoro e senza stipendio dal 1 agosto 2016, con invito al Consorzio ed alla sua consorziata, a rivedere la volontà rescissoria dei contratti di lavoro, mediante l'utilizzo di ammortizzatori sociali nel tempo che sarà necessario per l'auspicata risoluzione di questa vertenza.”