Sequestrano beni per 5 mln di euro a pregiudicato barese, al fisco dichiarava 3mila euro l'anno

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Beni per 5 milioni di euro sono stati sequestrati a Cosimo Naviglio,  62enne pregiudicato barese, ed ai suoi familiari. L’indagine scaturisce dall’attività investigativa condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari che, da gennaio ad oggi, hanno accertato un ingente patrimonio mobiliare ed immobiliare derivante dalle attività illecite commesse tra gli anni  ’80 e 2000. 

Cosimo Naviglio, responsabile di traffico internazionale di sostanze stupefacenti tra l’Italia e i Balcani, ha provveduto a“ripulire” i guadagni illeciti, investendoli nell’acquisto di una lussuosa villa e nella costituzione di due società che fatturano circa 2 mln di euro l’anno, leader nel commercio e distribuzione all’ingrosso di bevande a Bari e provincia. Sotto sequestro, 2 società, una villa lussuosa, diverse autovetture, una imbarcazione e una ventina di conti correnti bancari. Le indagini dei militari hanno documentato come il pregiudicato a fronte dei tremila euro annui dichiarati al fisco, ha investito somme di denaro, pari a circa un milione e mezzo di euro, per finanziare due società per la realizzazione di complessi  aziendali senza ricorrere all’erogazione di mutui o finanziamenti da parte di alcun istituto di credito.