Emiliano a Foggia per il Ghetto di Rignano: "I migranti grande ricchezza e opportunità per la Puglia"

FOGGIA di Redazione AntennaSud 

 

Questa mattina, presso la Prefettura di Foggia, il Presidente Michele Emiliano, accompagnato dalla dirigente della protezione civile, Lucia Di Lauro e dal dirigente per le Politiche per le Migrazioni, Stefano Fumarulo ha incontrato i sindaci di Lucera, Apricena e San Severo, le organizzazioni sindacali e le associazioni al fine di individuare soluzioni immediatamente operative finalizzate all'alleggerimento del "gran ghetto" situato tra San Severo e Rignano. 

Al termine della riunione - è detto in una nota della Regione - la Regione e la Prefettura hanno registrato la disponibilità dei sindacati e delle associazioni a contribuire a questa attività. Subito dopo Emiliano si è recato presso l'azienda agricola regionale "Fortore" per verificare lo stato della sperimentazione di un attività di agricoltura sociale e accoglienza avviata due mesi fa. "É stato emozionante - ha dichiarato Emiliano - vedere come a piccoli passi stia nascendo un esempio virtuoso e sostenibile in cui chi vive in questa azienda della regione sta sviluppando sia competenze in agricoltura, sia mettendo a frutto le proprie conoscenze acquisite nei Paesi di origine. Metteremo a regime  queste esperienze utilizzando altre aziende agricole regionali su tutto il territorio pugliese". "Ci muoviamo - ha spiegato Emiliano - nell'ambito di due principi fondamentali: la garanzia della dignità e la legalità. I migranti rappresentano una grande ricchezza ed opportunità per la Puglia in termini di crescita demografica e di risorse umane. Questo è un percorso che si svilupperà nel medio e lungo periodo sul quale pur consapevoli delle difficoltà, la Regione Puglia ha deciso di basare le politiche per le migrazioni”.