Rouen: Lorenzin (Cida), da Bari messaggio contro la violenza

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

"Siamo stati accolti con calore e ospitalità dai nostri fratelli in Cattedrale e abbiamo scambiato momenti belli di pace e di amore". Così il presidente della Comunità islamica d'Italia, Sharif Lorenzini, commenta all'ANSA l'iniziativa di stamani in Cattedrale a Bari dove, prima della celebrazione liturgica, c'è stato un momento comune di preghiera tra musulmani e cattolici per le vittime del terrorismo, contro l'odio e la guerra. 

Nella Cattedrale gremita c'era una delegazione di circa 50 fedeli musulmani composta tra gli altri, oltre che da Lorenzini, dagli Imam del Cara di Bari, della Comunità del Bangladesh e del Centro islamico di Bari. La preghiera recitata in arabo è stata tradotta simultaneamente da un 'fratello' della Comunità islamica pugliese.  "Abbiamo rinnovato - spiega Lorenzini - il messaggio di unità a tutta la cittadinanza. Abbiamo dimostrato la comunione di intenti tra Islam e Cristianesimo partendo dalle letture delle nostre scritture, il Corano e la Bibbia, per dimostrare che il nostro Dio proclama pace, amore e fraternità". Il presidente della Comunità islamica d'Italia non crede che l'iniziativa odierna possa creare divisioni tra i musulmani, facendo riferimento alle critiche riportate oggi su un quotidiano dall'Imam di Lecce, Saiffedine Maaroufi, per il quale si tratterebbe di "un gesto ipocrita".  "Credo che sia stato travisato il significato delle parole dell'Imam - sostiene Lorenzini - perché l'ho sentito ieri e non c'è mai stata una forma di contrarietà all'iniziativa. E' stato un momento di preghiera prima della celebrazione liturgica, non c'è stata alcuna partecipazione alla messa". L'iniziativa odierna, invece, ha riscosso consensi ed "è solo l'inizio - spiega Lorenzini - di una serie di iniziative che faremo insieme al parroco della Cattedrale, che parlava a nome del vescovo mons. Cacucci. Ci rendiamo conto che la popolazione lo vuole e nei prossimi giorni rivedrò il parroco per organizzare altre iniziative comuni".