Rifiuti in Puglia: ddl nella bufera, insorgono le opposizioni. M5S: "Emiliano come Renzi"

BARI di Redazione Antenna Sud 

 

La quinta commissione del Consiglio regionale, che ha ripreso l'esame del disegno di legge sul ciclo dei rifiuti, ha approvato il ddl grazie ai soli voti della maggioranza di centrosinistra, mentre le opposizioni (Forza Italia, Conservatori e Riformisti, Movimento 5 Stelle e Area Popolare) hanno abbandonato i lavori protestando per la tempistica e la modalità dell'iter.

Il ddl prevede la creazione di una nuova governance nella gestione del ciclo dei rifiuti. Tra le novità, oltre all'individuazione dell'Ambito territoriale ottimale nell'intero territorio regionale, c'è l'istituzione dell'Agenzia regionale per il servizio di gestione dei rifiuti, con personalità giuridica di diritto pubblico e autonomia tecnico-giuridica, amministrativa e contabile. Sarà compito dell'Agenzia provvedere all'attuazione del piano regionale di gestione dei rifiuti, determinare le tariffe per l'erogazione dei servizi, controllare i livelli generali del servizio e gli standard di qualità e disciplinare i flussi di smaltimento.  Le opposizioni al consiglio regionale della Puglia, dopo aver abbandonato i lavori della quinta commissione consiliare sul disegno di legge sul ciclo dei rifiuti, protestano contro la maggioranza di centrosinistra. Anziché dichiarare l'emergenza rifiuti ormai ineludibile – spiega Caroppo - Emiliano costringe la sua maggioranza ad approvare in tempi record un disegno di legge che presenta gravi lacune e non risolve il problema". Una fretta che "crea sospetti" anche per il capogruppo dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo. Non si vuole risolvere il problema, ma mettere a capo della gestione un fedelissimo di Emiliano, che non vuole essere commissariato dal governo e rimanere con in mano il cerino dell'emergenza".  Da parte sua il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Antonio Trevisi, spiega che “Emiliano, nel tentativo di scongiurare la sua nomina a commissario straordinario dell'emergenza, si è inventato un ddl che di fatto commissaria il sistema rifiuti con l'obiettivo di tenere insieme una maggioranza che non si tiene più in piedi”.