Ex Fibronit, ora è patrimonio del Comune di Bari

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

Discussione e alla approvazione  ieri in Consiglio comunale di Bari, della delibera relativa all’acquisizione al patrimonio comunale delle aree di proprietà delle curatele Fibronit e Materit, passaggio indispensabile per la stipula dell’Accordo di Programma per la bonifica del sito inquinato di interesse nazionale ex Fibronit, in programma il prossimo 28 luglio alla presenza del ministro dell’Ambiente. 

"Questo atto rappresenta una vittoria per i cittadini baresi - commenta il sindaco Antonio Decaro - che finalmente diventano i proprietari di un’area che per tanti anni ha sottratto loro il più importante tra i diritti: quello alla salute. Noi abbiamo preso un impegno, quello di trasformare quel luogo di morte in un parco dedicato alla vita e alla bellezza". La proposta discussa in seduta è dell’assessore al Patrimonio, Vincenzo Brandi e della consigliera delegata dalle attività connesse alla bonifica dei siti inquinati, Maria Maugeri. «La questione della proprietà - continua dil sindaco Decaro - non è un mero procedimento formale ma un passaggio di sostanza che garantisce ai cittadini il futuro di quell’area su cui mai più si dovrà speculare». Oggi un altro passaggio importante con la conferenza di servizi locale durante la quale le parti saranno chiamate al confronto per l’eventuale approvazione del progetto esecutivo di bonifica del sottosuolo. «La firma dell’accordo di programma fissata giovedì prossimo, insieme alla conferenza di servizi di domani - dichiara Maria Maugeri - vede finalmente arrivare questa storia ad un punto cruciale e concreto, che poi è l’obiettivo per cui l’attuale e la precedente amministrazione, le associazioni ambientaliste e i cittadini baresi si sono battuti negli ultimi anni".