Il Cor di Fitto alla Lorenzin: "Il piano di riordino ospedaliero non rispetta il fabbisogno dei pugliesi"

ROMA di Redazione AntennaSud

 

"Il Piano di Riordino Ospedaliero redatto dalla Regione Puglia risponde a più a logiche ragionieristiche che al vero fabbisogno sanitario dei cittadini. Rispettando sia il Decreto Ministeriale n.70, sia la legge di stabilità si possono portare correttivi significativi e migliorare la Sanità in Puglia". 

E' questo in sintesi il messaggio che il gruppo regionale dei Conservatori e Riformisti (rappresentato dai consiglieri Ignazio Zullo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola) insieme a una delegazione dei parlamentari del partito (rappresentata dal senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri e dal deputato Benedetto Fucci) hanno voluto che arrivasse al Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin, che ieri li ha ricevuti a Montecitorio, insieme al direttore generale del Ministero, Renato Botti. "Abbiamo riscontrato un grande interesse e un grande ascolto da parte del Ministro - sostengono all'unisono i consiglieri regionali e i parlamentari - ascolto e interazione negati a Bari. Le criticità segnalate sono state attenzionate e molte di esse già apprezzate dal Ministero e, per quanto appreso, già recepite in una modifica del piano intervenuta nell'ambito dei confronti ministero-regione di questi mesi, modifiche di cui il Consiglio e la collettività pugliese non sono a conoscenza alla faccia della partecipazione che Emiliano sbandiera ai quattro venti."