Bari, condannato a 8 anni ex prete pedofilo

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Il Tribunale di Bari ha condannato alla pena di 8 anni di reclusione e al pagamento di 64mila euro di multa il 55enne Giovanni Trotta, ex sacerdote ed ex allenatore di una scuola calcio giovanile, accusato di violenza sessuale nei confronti di un 11enne e di produzione e divulgazione di materiale pedopornografico ai danni del bambino. 

I fatti risalgono agli anni 2013 e 2014 e sarebbero stati commessi in una cittadina del Foggiano.    La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato in cui i genitori della giovane vittima si sono costituiti parte civile ottenendo dal giudice il risarcimento danni con provvisionale immediatamente esecutiva di 30mila euro. Il giudice per le udienze preliminari Anglano ha inoltre condannato Trotta all'interdizione perpetua dai pubblici uffici, dagli uffici attinenti la tutela dei minori, da qualunque incarico nelle scuole e da ogni ufficio pubblico o privato frequentato da minori. A pena espiata il 55enne, per un anno, avrà il divieto di avvicinarsi a luoghi frequentati da minori e di svolgere lavori che prevedano contatti con minori.  Stando alle indagini coordinate dal pubblico ministero Simona Filoni, Trotta avrebbe abusato sessualmente del ragazzo "millantando la sua qualità di sacerdote,  nonché con la promessa di un ingaggio come fotomodello nel mondo della moda e con quella di un provino per una importante società calcistica romana". Per questi fatti il 55enne è stato arrestato nell'aprile 2015 ed è tuttora detenuto  in carcere. Nei suoi confronti è attualmente in corso un'altra indagine per pornografia minorile e violenza sessuale su altri sette ragazzi di età compresa fra i 12 e i 13 anni che l'ex sacerdote avrebbe adescato in chat convincendoli a seguirlo nella sua abitazione per compiere con loro, singolarmente o in gruppo, atti sessuali.