Mafia, nella villa del boss barese Di Cosola nascerà la Fattoria della birra

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Nel 24mo anniversario della strage di via D'Amelio, cerimonia commemorativa ieri a Bari con la deposizione di una corona d'alloro in via Falcone e Borsellino. C'era il sindaco di Bari Decaro.

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha deposto una corona d'alloro dinanzi alla targa stradale di via Falcone e Borsellino in occasione del 24° anniversario della strage di via D'Amelio in cui persero la vita Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta.  Fra gli intervenuti alla cerimonia anche Francesca La Malfa, presidente della Sezione Penale del Tribunale di Bari, il consigliere regionale Peppino Longo oltre a rappresentanti delle Forze dell'ordine.  Sopralluogo successivo  ai due villini di Torre a Mare del boss Savinuccio Parisi, che saranno trasformati in alloggi per famiglie in emergenza casa. e poi in contrada Chiancone tra Ceglie del Campo e Bitritto in un immobile appartenuto al boss Antonio Di Cosola, tra idromassaggi, rubinetti d'oro e cavalli.  Qui sorgerà la Fattoria della birra. E' un progetto del sindaco di Bari Antonio Decaro che si avvarrà del finanziamento di oltre un milione e mezzo di euro del Pon sicurezza utilizzato per la start up destinata a giovani ed ex detenuti. Il complesso riadattato sarà composto da un capannone nel quale allocare l'impianto di produzione, di etichettamento e stoccaggio. Nel complesso ci saranno anche spazi per la vendita e la degustazione della birra a chilometro zero, oltre ad una zona residenziale composta da nove camere e spazi per la socializzazione.