Rifiuti in Emilia Romagna, Perrone: "Una trovata che peserà sulle tasche dei pugliesi"

LECCE di Redazione AntennaSud 

 

Il sindaco di Lecce Paolo Perrone, in qualità di subcommissario dell'Ato regionale, in una nota critica la decisione di trasferire i rifiuti dalla Puglia in Emilia Romagna. Secondo  il primo cittadino di Lecce si tratta di un palliativo che non risolverà certo i gravi problemi esistenti sul territorio.  "L'emergenza rifiuti è dietro l'angolo ma le soluzioni adottate dal Commissario per l'emergenza ambientale, Michele Emiliano, - aggiunge Perrone - sono assolutamente improponibili e velleitarie e rischiano di avere forti ripercussioni negative sulla stagione turistica pugliese e salentina in particolare.  Dopo un lungo tira e molla mediatico e dopo aver temporeggiato per mesi decidendo di non decidere, dal cilindro del presidente della Regione Puglia è uscita questa decisione  che inciderà notevolmente sulle tasche di tutti i cittadini: il trasferimento dei rifiuti solidi urbani in Emilia Romagna. E' facile immaginare che così facendo i costi diventeranno esorbitanti per i pugliesi".    "Alla mancata programmazione regionale che si trascina avanti da più di un decennio - aggiunge Perrone - si risponde con una trovata stucchevole e paradossale, che non risolverà i gravi problemi sul territorio".