Alla Corte di Emiliano 30 specialisti e trombati della politica

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Da destra fino a sinistra. Insomma c'è tutto l'arco costituzionale ben rappresentato nel gruppone di esperti che ieri il governatore Emiliano ha nominato per affiancare le scelte del governo regionale. Si tratta di persone che lavoreranno per la Regione con incarico annuale a costo zero e che faranno da consiglieri esperti ciascuno in qualcosa al presidente. 

Come nei migliori minestroni da masterchef c'è proprio di tutto nel collegio annesso alla corte di Emiliano. Lo facevano i francesi con Luigi XIV detto Re Sole, e perchè no, adesso lo può fare anche il nostro Gladiatore che in Puglia veste i panni di re, papa e cardinale e che quanto a populismo potrebbe organizzare con grande successo non solo le sagre del programma ma anche quelle del polpo e delle cozze marinate. E così come nelle corti di altre epoche c'erano i giullari e i menestrelli, adesso avremo anche degli specialisti che,  per carità, sono tutte persone note e stimate nel loro settore professionale. Ci sono trombati della politica che escono dalla porta ed entrano dalla finestra. Ci sono anche Lino Banfi, Albano e Renzo Arbore nella rosa dei 30 "esperti" che affiancheranno Michele Emiliano, nelle scelte di indirizzo di governo. I comunicati della Regione diventano sempre più simili a quelli del Minculpop di mussoliniana memoria: si precisa infatti che del collegio di esperti fanno parte "personalità che hanno maturato una insostituibile competenza ed esperienza su temi di rilevanza strategica durante il loro percorso professionale". L'incarico ha la durata di un anno, è rinnovabile e totalmente gratuito. "Abbiamo scelto figure di alto profilo in molteplici settori - commenta Emiliano - puntando su uomini del mondo artistico che rappresentano la Puglia nel Mondo grazie al loro straordinario talento nella musica e nel cinema. Scienziati, manager che si sono affermati in Italia e all'estero, uomini e donne delle Istituzioni, rappresentanti del mondo della scuola e dell'Università pugliese, professioniste nel settore sanitario, scrittori e giornalisti, imprednitorio e agronomi.