Puglia Pride, oltre 2mila al corteo arcobaleno di Taranto

TARANTO di Redazione AntennaSud

 

Oltre duemila persone hanno colorato le vie di Taranto per  Il corteo arcobaleno del Puglia pride, giunto alla terza edizione. "Due mari di diritti" lo slogan che ha scandito la parata di giovani ma anche famiglie e bambini.

Il corteo arcobaleno del Puglia pride, giunto alla terza edizione, ha invaso sabato la città di Taranto. Oltre duemila i partecipanti, provenienti da tutta la Puglia e anche dalla Basilicata. Un evento seguito anche sui social con gli hashtag ufficiali #DueMaridiDiritti #PugliaPride e #TarantoPride. La manifestazione, patrocinata dal Centro Servizi Volontariato di Taranto, è iniziata lo scorso 25 giugno con un fitto programma di iniziative nelle principali città pugliesi. La sfilata è partita da piazza Fellini, nell'area del Parco archeologico delle mura greche, e ha percorso le vie della città per raggiungere la Rotonda del Lungomare. Qui l'evento conclusivo con gli interventi dei rappresentanti delle principali associazioni del Movimento di liberazione omosessuale, discorsi tradotti anche nel linguaggio Lis (Lingua Italiana dei Segni). Chiusura in musica, con le performance di tre gruppi locali e un dj set finale.

La parata dell'orgoglio delle persone transessuali, lesbiche, gay, bisessuali, è stata organizzata da circa una ventina di associazioni e realtà LGBTQI, riunite in un Cordinamento, per rivendicare tutti quei diritti che appartengono a ogni essere umano: il diritto al lavoro, alla salute, ad autodeterminazione, alla libertà, all’amore.

Due mari di diritti" lo slogan che ha scandito la parata di giovani ma anche famiglie e bambini, per rivendicare non solo il riconoscimento dei diritti della comunità omosessuale, ma anche per richiamare l'attenzione sui problemi di Taranto.

Tra le poche figure istituzionali presenti c'erano la garante dei diritti per l'infanzia e l'adolescenza Rosy Paparella, la consigliera del governatore della Puglia Titti De Simone e l'assessora al welfare del Comune di Bari Francesca Bottalico. Il presidente Michele Emiliano ha partecipato via telefono, in diretta.