Altro sangue sulle strade, a Bari muoiono due giovani

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Continua la scia di sangue nelle strade di Puglia. Dopo il terribile incidente ad Altamura in cui hanno perso la vita 6 persone, ieri doppio incidente mortale a Bari. A morire, sempre dei giovani. 

Giornata di incidenti mortali ieri a Bari. Nel primo pomeriggio ha perso la vita una ragazza di 19 anni, Antonella Giada Quintavalle, che percorreva il lungomare a sud di Bari su una moto Yamaha 600, guidata da un coetaneo, rimasto illeso. In serata invece, il 21enne barese, Carmine Sibilano, è morto in un incidente stradale poco dopo le 22 vicino al ponte di Padre Pio, in via Amendola. Il giovane era a bordo di una Lancia Musa, guidata da un altro uomo, che è rimasto ferito. Nella vettura, sui sedili posteriori, c'erano anche due donne e una bambina di due anni. Secondo la prima ricostruzione la lancia viaggiava verso Mungivacca, ma dapprima si è scontrata contro una Smart che proveniva da via Omodeo e poi si è ribaltata. Immediato l'intervento delle ambulanze e della polizia municipale insieme agli agenti di polizia e i vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare a lungo per estrarre il corpo del ragazzo dall'auto. Disagi notevoli per il traffico si sono registrati in quel tratto di strada che è invece molto frequentata. La mamma del giovane deceduto, accorsa sul luogo dell'incidente, alla vista dell'auto ha avuto un malore. Arrestati per omicidio stradale i due conducenti delle auto che sono ai domiciliari. Il conducente della Lancia su cui viaggiava il giovane che poi è deceduto, per evitare di sottoporsi ai prelievi di sague che potrebbero accertarne l'alterazione, ha aggredito i vigili in ospedale.  I feriti sono stati trasportati negli ospedali cittadini. Al lavoro gli inquirenti per comprendere la dinamica dell'incidente. Di certo c'è che la velocità di entrambe le auto era elevata.