Incidenti, tra le cause l'uso degli smartphone

BARI di Redazione AntennaSud 

 

La velocità è un' aggravante ma al primo posto tra le cause degli incidenti stradali, soprattutto tra i giovani, c'è lo smartphone con cui non solo si telefona, senza auricolari, ma si scattano selfie e video mentre si guida. Il rapporto è stato realizzato da Polstrada.

 

Un'emergenza che preoccupa la Polizia stradale che segnala un aumento del 20% dei giovani fino a 30 anni, che arriva al +27,9% di giovanissimi, tra le vittime di incidenti nei primi cinque mesi dell'anno, in un trend di crescita dei morti che dal 2015 non si ferma, in particolare sulla viabilità ordinaria. Un bollettino di guerra che parla, in totale, secondo le stime Istat, di circa 3.420 vittime nel 2015, 40 in più del 2014, con l'obiettivo europeo di dimezzare i morti a fine 2020 che si allontana sempre più.    Per questo la polizia stradale, lancia un grido di allarme su "una condotta di guida che cede troppo facilmente alle distrazioni". Secondo i dati rilevati tra gennaio e maggio di quest'anno sono stati 174 i giovani che hanno perso la vita sulle strade italiane, e volendo stilare una graduatoria delle cause degli incidenti, "il primo posto è occupato dai telefoni cellulari, oggi sempre più multiuso, che non permettono semplicemente di comunicare attraverso la classica telefonata ma ci connettono al mondo con sistemi di messaggerie, piattaforme social, foto e videocamere, raggiungendo il paradosso dei selfie scattati mentre si è alla guida". "Non è un caso che nei primi sei mesi di quest'anno le infrazioni per uso del cellulare senza auricolare sono aumentate del 20%". Contro questi comportamenti pericolosi per sè e per gli altri molto è stato fatto ma molto c'è ancora da fare. Bisogno ricorda le molte campagne di sensibilizzazione e i progetti di educazione stradale che la Polizia porta avanti da anni nelle scuole. "E' necessario continuare a informare i giovani sui danni che questi comportamenti provocano, ma  è necessario insistere sulla repressione". In previsione dell'estate, delle vacanze e delle corse al mare, saranno aumentati i controlli anche con 'agenti civetta'. Oltre alla sanzione amministrativa chi viene sorpreso al cellulare senza auricolare mentre è alla guida ha 5 punti decurtati dalla patente. Alla seconda infrazione c'è il ritiro e la sospensione della patente".