Brindisi, la Carluccio visita i migranti

BRINDISI di Redazione AntennaSud

 

Ha attraccato a Brindisi la nave della marina militare tedesca "Frankfurt am Main" con a bordo quasi 1300 migranti. Si tratta per lo più di africani e asiatici tratti in salvo nei giorni scorsi al largo della costa della Libia, nell'operazione Triton.  

Nel gruppo dei migranti giunti a Brindisi anche 70 minorenni, tra cui 6 neonati. Non sono stati rilevati problemi sanitari. La macchina dell'accoglienza è stata allestita, come in tutti i casi, all'interno degli ex capannoni Montecatini della banchina di Sant'Apollinare, nel porto interno. Dopo le prime cure e gli accertamenti i migranti saranno smistati in strutture che si trovano in altre regioni d'Italia. 

Si tratta del quarto sbarco di migranti nel porto brindisin o da quando è ripresa la tratta di esseri umani dalla Libia, verso la Sicilia. Presso le strutture di accoglienza dovrebbero restare solo 50 minori non accompagnati. In puglia resteranno 250 migranti. Gli altri verranno smistate in altre regioni.  Undici persone sono stati trasportate presso l'ospedale Perrino.  I migranti viaggiavano a bordo di cinque carrette del mare naufragate a distanza di 24 ore l'una dall'altra, a partire da martedì scorso.  In mattinata anche la neo sindaca Angela Carluccio, insediatasi in settimana, ha raggiunto la banchina del porto. La struttura di accoglienza e di smistamento, dal punto di vista organizzativo, funziona alla perfezione grazie alla competenza, alla professionalità e all'umanità degli operatori", ha dichiarato la sindaca che ha confermato l'impegno di Brindisi a essere pronta ad affrontare le emergenze umanitarie rispondendo alla sua vocazione d'accoglienza e di ospitalità.