Crescono le imprese in rosa, saldo attivo in Puglia

BARI di Redazione AntennaSud 

 

In Puglia crescono le imprese in rosa. Sono più di 85mila le imprese femminili, un quinto del totale che si aggira intorno alle 377mila. In particolare tra Bari e Bat le aziende gestite da donne nel 2015 sono state 400 in più. Il perchè di questa crescita ce lo spiega il servizio. 

 

Sono per lo più imprese impegnate nel commercio che precedono quelli dei servizi, dell'agricoltura, dell'industria (2.508) e delle costruzioni. Il dato emerge dal rapporto ImpresaInGenere, realizzato da Unioncamere nel quadro della collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, e il dipartimento pari Opportunità della  Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dal rapporto emerge che la crisi non ha fermato le donne poichè si contano complessivamente in Italia 35mila imprese femminili in più tra il 2010 e il 2015.  "La Puglia rispecchia il trend nazionale e bisogna spezzare una lancia in favore dei comitati per l'imprenditoria femminile delle Camere di Commercio che negli anni hanno favorito non solo la nascita di nuove imprese rosa ma anche qualificato l'operato delle stesse, con precise attività formative". "L'affermarsi dell'imprenditoria femminile nell'economia barese è testimoniata sia dalla numerosità - pesano oltre un quinto del totale che dalla dinamicità delle donne che scelgono di dare alla loro azienda una struttura più solida. Sebbene predominino le imprese individuali sono aumentate le forme societarie. Le imprenditrici preferiscono essere leader indiscusse all'interno della propria azienda. Se si esaminano, infatti, le variabili "esclusiva", "forte" o "maggioritaria", relativamente alle compagini societarie e organizzative delle imprese femminili, si nota che, nell'anno considerato, le imprese composte esclusivamente da donne sono l'85% dell'universo rosa.