Guardia Costiera, prende il via l'operazione "Mare Sicuro"

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Soccorso a bagnanti e diportisti, controlli su spiagge e stabilimenti contro illeciti  abusivismo, ma anche tutela dell'ambiente marino e delle risorse ittiche: con l'arrivo dell'estate prende il via l'operazione "Mare sicuro" della Guardia costiera, che fino al 18 settembre vedrà 3mila uomini e donne e 300 mezzi navali schierati lungo gli 8mila chilometri di coste italiane. 

Giunta alla 25/a edizione, l'iniziativa è stata presentata a Fiumicino dal ministro dei Trasporti Graziano Delrio, dell'Ambiente Gian Luca Galletti e dell'Agricoltura Maurizio Martina.   "Mare sicuro è in campo per garantire sicurezza e legalità, che sono importanti anche alla luce dell'incremento significativo del turismo sulle nostre coste. Se si confermano i dati dell'anno scorso, su navi e traghetti ci saranno 37 milioni di passeggeri".    Sul fronte della legalità, Galletti ha annunciato il pugno duro contro chi inquina grazie  ai nuovi strumenti normativi sugli eco-reati che inaspriscono le sanzioni. Chi inquina non solo pagherà ma se inquina tanto andrà in galera.  Le norme contenute nel prevedono multe salate  fino a 300 euro  per chi lascia mozziconi di sigaretta, chewing-gum e altri rifiuti su litorale.  La tutela dell'ambiente passerà da controlli nelle aree marine protette, sui rifiuti di bordo, batterie esauste e scarichi a mare. La Guardia costiera lavorerà poi al contrasto della pesca illegale, contro le frodi e le contraffazioni.  Istituita nel 1991, l'operazione Mare sicuro l'estate scorsa ha fatto registrare oltre 78 mila controlli in materia di diporto, con 4.510 persone tratte in salvo. Nell'ambito dell'attività di contrasto a occupazioni e illegalità sul demanio marittimo, invece, nel 2015 sono stati effettuati quasi 65mila controlli, che hanno portato a 690 denunce penali e a 239 sequestri.