Assenteista ma non troppo, archiviata indagine su dipendente Amtab

BARI di Redazione AntennaSud

 

Troppo esiguo il danno arrecato all'Amtab - pari alla retribuzione di due giornate lavorative - per essere punito. Con questa motivazione la Procura di Bari ha archiviato l'indagine su un dipendente assentesista della municipalizzata barese.

 

Pur essendosi allontanato ingiustificatamente dal luogo di lavoro per alcune ore, e pur avendo presentato certificati medici ma essendo stato visto lontano da casa dagli investigatori privati ingaggiati dall'Amtab, un dipendente assentesita della municipalizzata barese non sarà punito. L'ha deciso la Procura di Bari che ha archiviato l'indagine, giudicando tale comportamento non punibile "ritenuta l'esiguità del danno" all'ente.

La vicenda risale al 2014. L'Amiu, che gestisce il trasporto pubblico a Bari, dopo aver affidato ad un'agenzia di investigazioni il compito di eseguire controlli sul dipendente, aveva denunciato per truffa un controllore assenteista. L'uomo sarebbe stato sorpreso in almeno tre diverse giornate, fra aprile e giugno del 2014, dopo essersi allontanato dal luogo di lavoro per andare a prendere caffè o sbrigare faccende personali a casa per poi ritornare e timbrare il cartellino di uscita. In due occasioni avrebbe presentato certificato medico per giustificare l'assenza dal luogo di lavoro ma sarebbe stato visto allontanarsi da casa durante la presunta malattia.

Secondo il gip, che ha archiviato il procedimento respingendo l'opposizione dell'Amtab, "ritenuto che in ragione dell'esiguità del danno che ammonterebbe ad una cifra pari alla retribuzione di due giornate lavorative e atteso che non si è in presenza di un comportamento abituale, si può riconoscere la speciale tenuità del fatto, ferma rimanente - precisa il giudice - la libertà di iniziativa disciplinare".

La palla, insomma, passa all'Amtab.