Processo Ilva, nuovo rinvio

TARANTO di Redazione AntennaSud

 

È slittato al 18 luglio il processo per il presunto disastro ambientale causato dall'Ilva.  La Corte d'Assise di Taranto ha accolto l'istanza di rinvio per motivi di salute presentata dal legale di Fabio Arturo Riva, ex vice presidente di Riva Fire, uno dei 47 imputati a giudizio.

 

Ancora uno slittamento per il processo Ilva a Taranto. Fabio Riva, ha chiesto tramite il suo legale il rinvio del processo Ambiente Svenduto non potendo presenziare all'udienza. E' uno dei 47 imputati a giudizio nel procedimento per il presunto disastro ambientale causato dal siderurgico di Taranto. Fabio Riva deve sottoporsi a cicli di terapie mediche continuantive come accertato dai sanitari, che termineranno il primo luglio. La Corte d'Assise, dopo essersi riunita in camera di consiglio, ha accolto l'istanza rinviando al 18 luglio l'inizio del processo. Nel dibattimento sono state già ammesse fin dall'udienza preliminare oltre 800 parti civili e alcunicittadini hanno chiesto oggi di costituirsi in giudizio. Tra gli imputati, lo ricordiamo, ci sono gli ex vertici Ilva, politici come l'ex presidente della Regione Nichi Vendola e imprenditori.