Arif, i sindacati insorgono: "Assunzioni clientelari"

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

L'accusa mossa all'ARIF è di assunzioni clientelari. L'agenzia regionale per le attività irrigue e forestali della regione Puglia finisce ancora un volta nella bufera. I sindacati Cgil, Cisl e Uil, chiedono un incontro urgente con il commissario straordinario dell'agenzia.

Decine di assunzioni clientelari. L'agenzia regionale per le attività irrigue e forestali della regione Puglia finisce ancora un volta nella bufera. I sindacati Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, denunciano infatti l'avvio di assunzioni interinali senza nessun coinvolgimento delle sigle sindacali. E' il salento che sembrerebbe il territorio dove ci registrerebbe il maggior numero di assunzioni clientelari. I sindacati chiedono quindi un incontro urgente al commissario straordinario dell'Arif e si preparano ad organizzare per martedì prossimo un sit in di protesta sotto la sede dell'agenzia. "Sono decine le assunzioni effettuate nei mesi scorsi disattendendo gli accordi presi, denuncia Giuseppe Deleonardis, segretario della Flai Cgil Puglia. L'Arif - continuano i sindacati in una nota - sospenda immediatamente la modalità, licenzi i nuovi assunti e proceda a ripristinare la graduatoria che tiene conto delle mansioni e dell'anzianità di servizio".