Regione, il M5S propone legge contro il caporalato

BARI di Redazione AntennaSud 

 

E sempre in materia di contrasto al caporalato questa mattina a Bari i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno presentato una proposta di legge. 

 

Una proposta di legge, quella del Movimento 5 Stelle, condivisa con le principali associazioni di categoria. L’obiettivo hanno spiegato i grillini è quello di ammodernare la legge già esistente in materia,   al fine di renderla più attuale e attuabile nel nuovo mercato del lavoro locale. La proposta prevede l’istituzione dell’Osservatorio regionale del lavoro non regolare.” Un osservatorio già previsto dal 2006 ma che non è stato mai di fatto realizzato. Inoltre le aziende agricole per poter accedere ai finanziamenti pubblici debbano, oltre ad essere in possesso del DURC, dimostrare il rispetto integrale della normativa in materia ambientale, di salute e sicurezza dei lavoratori.” Il Movimento 5 Stelle prevede anche l’istituzione nelle aziende agricole degli agrinido nei quali accogliere i figli dall’età di 3 mesi a 3 anni dei loro dipendenti, oltre all’istituzione di  corsi di italiano per gli stranieri e meccanismi normativi per la tutela delle donne vittime di violenza sul lavoro. In ultimo, la proposta di legge istituisce l’Ufficio del Garante del Lavoro Agricolo con il compito di sensibilizzare il territorio sul fenomeno del caporalato e di formulare, di concerto con l’osservatorio regionale, proposte e pareri su atti normativi in materia.”