Ferrovie Sud Est, la Gdf sequestra 3,8 milioni sui conti di Fiorillo

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Un Treno per Yuma, è stata battezzata in questo modo l’operazione della guardia di finanza che quest’oggi ha portato al sequestro di 3,8 milioni di euro all’ex amministratore delle Ferrovie Sud Est, Luigi Fiorillo. 

Questa mattina operazione dei finanzieri della polizia tributaria che hanno eseguito un provvedimento di sequestro patrimoniale di rilevante valore. La Procura della Repubblica di Bari  ha disposto, infatti con un provvedimento d’urgenza il sequestro preventivo di disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 3,8 milioni di euro, nei confronti di Luigi Fiorillo già amministratore unico delle Ferrovie Sud Est e Servizi Automobilistici srl (FSE srl); la società di trasporto pubblico pugliese, di proprietà del Ministero dei Trasporti ed Infrastrutture, ora commissariata. In particolare, sono stati sottoposti a blocco: i saldi attivi di due polizze vita; il saldo attivo di un conto corrente. Il sequestro è connesso alle attività investigative svolte dalle Fiamme Gialle nell’ambito delle indagini, dirette dal Sostituto Procuratore della Repubblica d.ssa Isabella Ginefra che hanno permesso di appurare come l’ex amministratore della società abbia tentato, attraverso un’operazione di smobilizzo parziale, di “monetizzare” delle polizze vita, per portarne il controvalore su un conto corrente di recente accensione. La richiesta dell’operazione di smobilizzo non è passata inosservata all’U.I.F. (Unità di Informazione Finanziaria) della Banca d’Italia, che l’ha prontamente segnalata alle Fiamme Gialle disponendone il blocco amministrativo della stessa ai sensi della normativa antiriciclaggio. Il sequestro è stato eseguito presso le sedi in Milano dei due citati istituti bancari.