Lombardia e Lucania con le città più green d'Italia

ROMA di Redazione AntennaSud

 

 

In Lombardia e Lucania le città più green d'Italia. Nel Sud che mantiene comunque il primati negativo, la maglia nera, secondo un rapporto istat che valuta i metri di verde per cittadino, va a Taranto.

Pavia, Lodi, Cremona e Matera le città più verdi d'Italia, tutte sopra i valori medi per verde urbano, aree protette e terreni agricoli. Lo rivela un rapporto dell'Istat, che descrive un'Italia spaccata in due anche per quanto riguarda le aree verdi in città. La notizia in realtà non stupisce più di tanto, visto che il primato negativo il Sud, anche in questo ambito, non accenna a perderlo. I capoluoghi di provincia del Nord hanno in media più parchi di quelli del Centro e del Sud. Trento è la città più green d'Italia, se la cavano bene anche Terni al Centro, Potenza e Reggio Calabria al Sud, entrambe sopra i 100 metri a testa. Ma la vera maglia nera d'Italia è Taranto. Anche questa in realtà è una conferma, più che una notizia. Il capoluogo jonico è ben al di sotto del limite di legge di 9 metri quadrati di verde urbano ad abitante. La città dell'Ilva divide il poco lusinghiero podio di Comune "grigio" con Bari e Genova.  Al Nord i capoluoghi veneti e lombardi si rivelano particolarmente green, al contrario della Liguria. Qui, oltre al capoluogo, anche Savona e Imperia sono sotto i 9 metri quadrati a testa. Roma, Milano e Torino sono intorno ai 20 metri a testa, Napoli poco sopra i 10. Sotto il limite dei 9 metri sono quasi tutti i capoluoghi di provincia di Puglia e Sicilia, mentre le città lucane si rivelano verdissime e alzano la media del Mezzogiorno.