OM Carrelli, sospiro di sollievo per i Pugliesi. Calabria fuori dall'intesa

MODUGNO (BA) di redazione AntennaSud

 

Sospiro di sollievo per i quasi 200 lavoratori Om Carrelli di Modugno. L'accordo, dopo una lunga trattativa al Ministero dello sviluppo economico, sembra ridare speranza ai lavoratori pugliesi. Fuori dall'intesa invece, come anticipato tempo fa, la Calabria.

Sembra davvero che sia finita bene per i 180 ex lavoratori della Om carrelli di Bari, in mobilità da molti mesi. Si è conclusa positivamente infatti la lunga trattativa al ministero dello sviluppo economico. Venerdì mattina si firmerà il nuovo accordo di programma con l’azienda americana Tua Autoworks che se da un lato prevede la riduzione dell’investimento su Bari (da 90 a 45 milioni, di cui 37 privati) dall'altro però offre l’incremento del numero degli occupati. I posti di lavoro a regime saranno 500, 300 più di quelli indispensabili a salvare gli ex operai Om. Questo si deve al fatto che, oltre le lavorazioni annunciate, a Bari sarà concentrata la produzione di altre componenti della vettura che Autoworks intende produrre (parti della scocca e il piantone dello sterzo). L’azienda ha confermato l’intenzione di ritirare l’investimento previsto in Calabria, dove si dovevano produrre alcune parti dell’auto. Le componenti, quindi, si costruiranno a Bari e il resto lo si acquisterà dal mercato. Invitalia ha espresso parere favorevole al sostegno pubblico. La firma al Mise punta a rideterminare l’accordo di programma, escludendo la Calabria dall’intesa.